L’Accademia di Belle Arti Pietro Vannucci, in origine
Accademia del Disegno, é uno degli istituti superiori
di istruzione artistica più antichi d’Italia

ABA - Perugia

L'antica Accademia di Belle Arti "Pietro Vannucci" si caratterizza come una delle istituzioni di Alta Formazione artistica più attive e dinamiche dell'Italia centrale. La sua localizzazione in un antico complesso monumentale posto nel cuore del centro storico di Perugia, l'ottimo rapporto docenti-studenti, la presenza di attrezzati laboratori e di una biblioteca ricca di testi antichi e contemporanei, la continua presenza di visiting professors provenienti da tutti i settori della cultura, le sinergie instaurate con le altre istituzioni AFAM e universitarie presenti sul territorio nonché la sua vicinanza alle altre capitali della cultura centroitaliana, ne fanno il luogo qualitativamente ideale  per lo studio e l'educazione all'arte.

Un nuovo statuto, approvato il 9 marzo 2003, ha istituito la Fondazione Accademia di Belle Arti "Pietro Vannucci" i cui soci fondatori sono il Comune e la Provincia di Perugia. I principali scopi perseguiti dall'istituzione sono la tutela e la valorizzazione del vasto patrimonio storico-artistico posseduto e l'attività di istruzione artistica. L’Accademia è governata da un Consiglio di Amministrazione composto dal Presidente della Fondazione, da quattro consiglieri eletti dal Corpo Accademico tra cui il Conservatore dei Beni, da due consiglieri nominati dal Comune, da un consigliere nominato dalla Provincia, da un consigliere nominato congiuntamente dai soci sostenitori. Il Corpo Accademico è composto da centocinquanta Accademici di Merito e da altrettanti Accademici d’Onore, eletti dallo stesso organo su proposta di un’apposita commissione formata dal Presidente della Fondazione e da otto membri eletti dal Corpo Accademico al proprio interno. Gli Accademici di Merito vengono scelti fra gli artisti che si sono distinti nelle diverse espressioni artistiche, mentre gli Accademici d’Onore vengono scelti fra coloro che si sono distinti nel campo della cultura e della scienza o tra coloro che si sono resi benemeriti nei confronti dell’Accademia stessa. L’albo degli Accademici di Merito vanta un lungo elenco di nomi illustri (da Pablo Picasso ad Alberto Burri, da Enrico Castellani a Renzo Piano), così come lo vanta l’albo degli Accademici d'Onore (da Guglielmo Calderini ad Arturo Checchi, da Pietro Angelini a Gerardo Dottori).

I docenti sono scelti con pubblico concorso o con graduatoria nazionale nell'intento di garantire un alto livello della didattica e dell'offerta formativa che rispetti la secolare tradizione dell'istituzione. Tra i docenti che hanno insegnato negli ultimi decenni si annoverano studiosi come Filiberto Menna, Nello Ponente, Dante Filippucci, Pio Baldelli, Federico Mancini, Fabrizio Bracco, Franco Federici, Stefano Miccolis, Bruno Corà e architetti e artisti come Bruno Signorini, Adelmo Maribelli, Padre Diego Donati, Romeo Mancini, Giorgio Ascani Nuvolo, Eliseo Mattiacci, Edgardo Abbozzo, Antonio Gatto, Gianni Sani, Sergio Sani, Adriano Urbano, Gianfranco Ercolanoni e Sauro Cardinali. A dirigere l'accademia nella funzione di direttori negli ultimi anni sono stati chiamati Pietro Frenguelli, Romeo Mancini, Giorgio Ascani Nuvolo, Edgardo Abbozzo, Nino Caruso, Bruno Ceccobelli, Fabrizio Fabbroni, Giuliano Giuman e l'attuale Paolo Belardi.

Con legge 21 dicembre 1999 n. 508, l’Accademia ha acquisito lo status di Istituzione di Alta Formazione Artistica posta sotto l’egida del Ministero dell’Istruzione, dell'Università e della Ricerca e, in applicazione di ulteriori norme legislative recentemente introdotte, ha potestà di rilasciare:

  • diplomi accademici con valore di laurea di primo livello triennale in
    • Pittura
    • Progettazione artistica per l’impresa-Design
    • Scenografia
    • Scultura
  • di secondo livello specialistico biennale in Arti visive con indirizzo in
    • Grafica
    • Pittura
    • Scenografia
    • Scultura

Allegati:

Immagine di copertina
Immagine di copertina
Cerca
Accademia Belle Arti Pietro Vannucci