Docenti

Prof. Luciano Tittarelli

(Gualdo Tadino, Perugia 1952)

Ha conseguito il diploma di Pittura presso l’Accademia di Belle Arti di Firenze nel 1976.  Nel 1997 e’ vincitore di concorso pubblico per titoli ed esami di Assistente della Cattedra di Anatomia Artistica indetto dall’Accademia di Belle Arti di Perugia e nel 1999 di Docente titolare della Cattedra di Anatomia Artistica all’ Accademia di Belle Arti di Perugia, dove  insegna Anatomia Artistica e Disegno e dove, dal 2002, è accademico di merito. E’ attivo artista come pittore, scultore e ceramista già negli anni settanta; nel 1979 si trasferisce a Perugia, dove nel centro Materiali/Immagini, di cui è uno dei fondatori, inizia un intenso periodo di attività artistica, legata tra l’altro alla promozione di mostre e scambi culturali. Ha pubblicato testi di carattere didattico e divulgativo. Ha esposto a Roma, Arezzo, Firenze, Lecce, Bari, Bologna, Caltagirone, Cracovia, Bratislava, Brugge ed ha ricevuto premi e riconoscimenti a concorsi e rassegne internazionali. Il linguaggio del suo lavoro, originariamente ispirato ai temi dell’arte povera e concettuale, si rivolge attualmente alla realizzazione di forme e immagini con diversi mezzi espressivi. Ha pubblicato scritti di Anatomia Artistica in: “Brutium”quadrimestrale dell’Accademia di Belle Arti di Reggio Calabria,anno II, n°3, dicembre 2001, Gangemi editore, pag. 25, I bambini del paleolitico giocavano con un cavallo di pietraIl corpo disdegnato Le ragioni di un manuale, pag. 53 Bandecchi & Vivaldi, Pontebera, 2001; Giovani e anziani, Progetto per un’esperienza artistica, Perugia giugno 2001, introduzione pag. 11; Anatomia mascherata, UID , 2014; La Forma del corpo, Foligno, Il Formichiere , 2014. E’ autore di :Lezioni di Anatomia Artistica - Leggere e disegnare il corpo umano, Hoepli editore, Milano, 2009 e Manuale di Anatomia Artistica, Hoepli editore, Milano,2010.

Ricevimento studenti: nelle settimane di lezione del docente il giovedì dalle ore 14,30 alle ore 15,30.

Immagine di copertina
Cerca
Accademia Belle Arti Pietro Vannucci