Qui puoi trovare tutte le informazioni.sugli eventi che l'Accademia di Belle Arti 'Pietro Vannucci' di Perugia propone. Una serie diversificata di eventi durante tutto l'anno accademico: mostre, seminari, incontri con artisti, conferenze, workshop e molto altro. 

Archivio

UMbria Fiere, Bastia Umbria, 3 marzo 2018

EXPO CASA


ARREDARE COSTRUIRE RISTRUTTURARE

per abitare dovunque e comunque


SABATO 3 MARZO dalle 11.30 alle 12.30- PAD 8 PIAZZA TECLA  a cura dell’Accademia di Belle Arti “Pietro Vannucci” di Perugia

INTERACTIVE EXPERIENCES tra arte e tecnologia
saluti Paolo Belardi direttore Accademia di Belle Arti “Pietro Vannucci” di Perugia
introduce Emidio D. De Albentiis Accademia di Belle Arti “Pietro Vannucci” di Perugia
conferenza di Alex Buroni, Paolo Buroni visual designers Stark

SABATO 3 MARZO dalle 16.00 alle 18.00- PAD 8 PIAZZA TECLA  a cura dell’Accademia di Belle Arti “Pietro Vannucci” di Perugia e Regoione Umbria

CANAPA NERASA BATO 3 MARZO dalle 16.00 alle 18.00< /p> introduce e modera
Gabriella Del Signore GHENOS communication
partecipano
PaoloBelardi, Matteo Scoccia, Accademia di Belle Arti “Pietro Vannucci” di Perugia Matteo
Lucio Caporizzi Regione Umbria
Daniela Gerini Atelier Daniela Gerini 
Glenda Giampaoli Museo della Canapa

SABATO 3 MARZO dalle 18.00 alle 19.00- PAD 8 PIAZZA TECLA  a cura dell’Accademia di Belle Arti “Pietro Vannucci” di Perugia

LE CASE CHE SIAMO

saluti Mario Rampini presidente Accademia di Belle Arti “Pietro Vannucci” di Perugia
Maria Luisa Guerrini presidente Ordine Architetti PPC Provincia Perugia
introduce
Paolo Belardi direttore Accademia di Belle Arti “Pietro Vannucci” di Perugia
conferenza di
Luca Molinari Università degli Studi della Campania “Luigi Vanvitelli”

con il patrocinio dell’Ordine degli Architetti PPC della Provincia di Perugia
responsabile scientifico per l’Ordine arch. Francesca Giugliarelli
riconosciuti 1 CFP per gli iscritti all’Ordine Architetti

Open Minds è lo slogan che contrassegna la collaborazione triennale tra Epta Confcommercio Umbria e l’Accademia di Belle Arti “Pietro Vannucci” di Perugia con l’intento di dare vita a un nuovo format volto a trasformare Expo Casa in una fiera-marketing in cui gli espositori possano veicolare la propria immagine e le proprie idee dando valore aggiunto ai propri prodotti.

Dopo l’edizione 2017 caratterizzata dallo slogan BEYOND THE WALLS – verso nuovi mo(n)di dell’abitare il percorso prevede una nuova tappa. LESS THINGS, MORE LINKS – per abitare dovunque e comunque è lo slogan ideato per l’edizione 2018, che persegue l’intento di pensare un evento concepito per guardare oltre gli steccati e aumentare la capacità di orientare e attirare visitatori oltre che capace di offrire non solo spazi di relazione, informazione e confronto, ma anche uno spazio sempre più aperto al pubblico specializzato degli operatori e dei professionisti. Nell’intento di perseguire tali obiettivi saranno realizzate delle azioni strategiche volte a trasformare il volto della manifestazione nella forma e nella sostanza. Anche quest’anno i visitatori verranno accolti da un nuovissimo ingresso pensato in forma di porta comunicativa e da una rinnovata hall d’ingresso in cui sarà allestita anche una mostra fotografica tanto insolita quanto emozionante.

Il primo padiglione ospiterà l’allestimento “Artquake” realizzato da un’équipe interdisciplinare dell’Accademia di Belle Arti “Pietro Vannucci” e dell’Università di Perugia: una composizione di 10 micro-case che intendono rimarcare la necessità di affrontare i temi della ricostruzione post-sismica attraverso l’uso di materiali della tradizione come legno e canapa, mettendo al centro dell’attenzione le vite e le emozioni di chi le abita. Altra grande e imperdibile novità sarà lo “Stark space”, un allestimento in cui i visitatori vivranno un’esperienza emozionale immersi in uno spazio caratterizzato da proiezioni architetturali ed effetti speciali interattivi.

Nel cuore dell’esposizione sarà presente anche quest’anno Piazza Tecla. Quest’area, pensata come uno scrigno che esalta le potenzialità costruttive del legno, sarà dedicata a performance, lezioni magistrali, seminari, convegni, workshop, eventi e incontri d’eccezione, parti di un programma culturale ricco e stimolante, in cui, senza soluzione di continuità, interverranno aziende produttrici, illustri relatori, qualificati operatori e professionisti. Lo spazio vedrà tra i protagonisti anche gli studenti dell’Accademia perugina e del Dipartimento di Ingegneria Civile e Ambientale dell’Università di Perugia, che presenteranno gli esiti di iniziative didattiche sui temi del fashion design, dell’architettura e dell’ingegneria civile. Saranno inoltre tenuti seminari su temi specifici di approfondimento professionale organizzati dagli ordini degli architetti e degli ingegneri, dal collegio dei geometri. Novità di quest’anno è la partecipazione dall’ordine dei dottori commercialisti che con le loro tematiche si presenteranno per la prima volta al mondo dell’abitare. Eventi di punta saranno le conferenze di Luca Molinari, docente dell’Università della Campania e già curatore del Padiglione Italia della Biennale di Architettura di Venezia, di Daniela Gerini, fashion designer di chiara fama, e di Paolo Crepet, psichiatra da sempre interessato al mondo dell’abitare che concluderà una sessione di lavori incentrata sul rapporto tra colore e abitare. Nel ricco calendario di Piazza Tecla si parlerà di Abitare soli e abitare insieme con la presentazione di esperienze professionali su temi abitativi che spaziano dalle comunità d’accoglienza alle carceri, dalle case per anziani alle case sull’albero per artisti, ma anche di Abitare la montagna con la conferenza di Franco Brevini profondo conoscitore di questo affascinante mondo.

Un nuovo concept, un nuovo format, un nuovo layout. Si rafforza la nuova immagine pensata per una manifestazione, come Expo Casa, che vuole contaminare i diversi saperi coniugando innovazione e tradizione.



« Indietro

Immagine di copertina
Cerca
Accademia Belle Arti Pietro Vannucci